Notizie da S.M. Leuca

"Festa di Cinema del reale". Il direttore Pisanelli presenta la 14esima edizione

Conferenza stampa a Lecce. Per il suo ideatore si tratta di un progetto culturale, non di una semplice rassegna cinematografica

Paolo Pisanelli nella foto di Alessandra Tommasi.

LECCE – Più che un festival, il suo direttore, Paolo Pisanelli, lo definisce un progetto culturale, giunto oramai alla 14esima edizione.

È stato presentata questa mattina presso il Cineclub “Giuseppe Bertolucci” di Lecce “La Festa di Cinema del reale”, in programma a Specchia dal 19 al 22 luglio (ingresso gratuito, a questo link il programma). Pisanelli in conferenza stampa ne ha sottolineato il carattere informale che mette a proprio agio autori, produttori e visitatori: “Sarà per questo che ogni edizione vede aumentare la partecipazione del pubblico, pugliese e internazionale, che di anno in anno riconferma la sua presenza”.

Tra gli ospiti della conferenza, Loredana Capone, assessore all’Industria culturale e turistica della Regione Puglia, che ha tenuto a sottolineare: “Festa di Cinema del reale è un laboratorio di scambi creativi, un mix di linguaggi e visioni che, per quattro giorni, invaderà le strade e le piazze di uno dei borghi più belli d'Italia: Specchia. Ma è soprattutto un grande festival di comunità. È questa la chiave della sua attrattività ed è questa l'ambizione della Regione Puglia, ciò su cui si è concentrato e si concentra il mio impegno da assessore: non più eventi spot ma progetti culturali condivisi per crescere insieme. Per questa ragione ho invitato i festival pugliesi a fare rete tra loro e la collaborazione tra Festa di Cinema del reale, il Festival del cinema francese di Acaya e il Festival di Andrano è la prova di una direzione comune”.

Per Chiara Coppola, consigliera di Apulia Film Commission, “Cinema del reale è una festa non solo nel nome ma nei fatti. Una famiglia in crescita dal forte potere aggregante, in grado di tessere relazioni informali e senza tappeto rosso tra gli autori e il pubblico. Promuove un turismo di visioni: si muove tra le piazze, i vicoli, le corti, porta il cinema dove non c’è e questo rappresenta per Apulia Film Commission un valore. Attraverso la Settima Arte movimenta un piccolo borgo e dialoga con il contesto in cui si relaziona, a tutti i livelli, anche economico, come dimostra l’overbooking delle strutture ricettive della città di Specchia”.

Alle parole di Coppola è seguito l’intervento di Giandomenico Vaccari, vicepresidente di Apulia Film Commission che ha aggiunto: “Il cinema è per noi prima di tutto un servizio e siamo felici di produrre e poter sostenere un progetto come La Festa di Cinema del reale che quest’anno si interroga, in uno degli incontri di cui è promotrice, su “A che cosa serve un festival?”: di certo si tratta di straordinarie piattaforme per la circuitazione delle opere cinematografiche, degli autori, produttori e operatori di settore, ma anche un’occasione di conoscenza. Un approccio che anima tutta la programmazione di questa manifestazione che la Fondazione continuerà a sostenere”.

Hanno partecipato alla conferenza Giorgio Biasco, assessore alla Cultura del Comune di Specchia e Gigi Mangia, filosofo e direttore della Biblioteca Braille dell’Istituto Antonacci di Lecce, autore di “Fotografare l’infinito”, una mostra realizzata da una persona non vedente che esprime il desiderio di Cinema del reale di andare ben oltre le immagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Rapinatori irrompono in casa, un figlio reagisce: martellata sulla testa

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Furto di energia, truffa e fuoco agli scarti di potatura: arresto e 14 denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento