Notizie da S.M. Leuca

Prima minaccia di morte i famigliari, poi si scaglia contro i carabinieri

Fine settimana di follia per un 44enne di Miggiano che ha cercato di estorcere soldi e auto ai propri famigliari. L'uomo è stato bloccato dai carabinieri e condotto in carcere

LECCE – Tutto è iniziato venerdì scorso, quando Donatello De Santis, 44enne di Miggiano noto alle cronache, ha iniziato in maniera aggressiva e violenta a chiedere somme di denaro ai propri famigliari. Una richiesta di carattere estorsivo, che ha spinto il padre e il fratello del 44enne a sporgere denuncia. Sabato pomeriggio il 44enne è tornato alla carica, pretendendo di utilizzare l’auto di famiglia intestata al fratello. Dinanzi al rifiuto dei famigliari è divenuto aggressivo, tanto da spingerli a chiedere l’intervento dei carabinieri di Specchia.

I militari, intervenuti poco dopo, hanno cercato di tranquillizzare De Santis. Il 44enne, però, ha proseguito nel suoDE SANTIS-4 pomeriggio di follia, danneggiando a mani nude il lunotto dell’autovettura, minacciando di morte i famigliari anche in presenza dei carabinieri, che hanno quindi chiesto il supporto dei colleghi del Norm della compagnia di Tricase. Condotto in caserma l’uomo, per nulla intimorito, ha aggredito e minacciato gli stessi militari, prima di essere definitivamente ammanettato e arrestato in flagranza per atti persecutori e tentata estorsione aggravata, oltre che minacce e resistenza a pubblico ufficiale. De Santis è stato quindi condotto presso la casa circondariale di Lecce a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Il 44enne non è nuovo a simili comportamenti, nell’aprile del 2016 è stato condannato a sei mesi per direttissima per minacce e resistenza a pubblico ufficiale. A scatenare la reazione “scomposta” dell’uomo, il sequestro del suo scooter, trovato senza assicurazione nel corso di posto di controllo all’uscita del paese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, nel pomeriggio il 44enne è stato protagonista di un altro episodio per un tentato furto all’interno della “Coin” a Lecce. E’ stato un addetto alla sicurezza a notare l’uomo e a chiamare i carabinieri, che lo hanno bloccato all’uscito dell’esercizio commerciale con un giubbino in pelle sottratto poco prima dal reparto abbigliamento che ha poi restituito. Il 44enne è stato trovato in possesso di altri capi di abbigliamento e materiale vario rubati da altri negozi. Per lui è scattata un’ulteriore denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salvato in extremis dal suicidio, in mano un biglietto d'addio incompiuto

  • Estorsione ai bar e riciclaggio: oltre all'ex senatore, in manette militare salentino

  • Fra serra e casa una piccola fabbrica della marijuana: arrestato

  • Notte di fuoco: distrutte quattro auto e danni a negozi. Immortalato un uomo

  • Arrivi da fuori regione: 20mila entro domenica, uno su tre dalla Lombardia

  • Rischio di focolaio in una Rssa: fatti 90 tamponi a operatori e anziani ospiti

Torna su
LeccePrima è in caricamento