Notizie da S.M. Leuca

Bimba di tre anni rischia annegamento: salvata in extremis con il massaggio cardiaco

La piccola si allontana dalla madre, a Leuca, e ingerisce acqua. Bagnino la salva con massaggi cardiaci e manovre di ventilazione

La spiaggia del salvataggio

SANTA MARIA DI LEUCA (Castrignano del Capo) – Una ordinaria domenica al mare ha rischiato di trasformarsi in incubo per una famiglia di Castrignano del Capo: una bimba di quasi tre anni è stata salvata infatti salvata in extremis da un annegamento. L’episodio in mattinata, sulla spiaggetta pubblica di Santa Maria di Leuca, nei pressi del lungomare e in uno dei punti più centrali e frequentati.

Questione di secondi e la mamma della bambina, contemporneamente anche alle prese con il fratellino, non ha più visto la propria figlia. Il panico si è diffuso immediatamente tra i bagnanti: la piccola si trovava infatti in mare, in difficoltà. Aveva già ingurgitato una consistente quantità d’acqua ma, fortunatamente, il bagnino del lido accanto ha notato la scena ed è intervenuto. L’uomo, dipendente dello stabilimento “Lido Azzurro”, ha recuperato immediatamente il corpo della bimba e ha eseguito i massaggi, per la rianimazione cardio-polmonare, alternandoli alle manovre di ventilazione.

La piccola ha cominciato via via a riprendersi e, nel frattempo, è stata affidata al personale del 118, fatto sopraggiungere. Portata dagli operatori in ambulanza, per le prime cure, è stata poi accompagnata presso il pronto soccorso dell’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase, per gli accertamenti del caso: la bimba sarebbe fuori pericolo, ma sarà trattenuta per essere tenuta sotto osservazione. Dell’accaduto sono stati anche informati i carabinieri della compagnia di Tricase.  Grande sollievo per i bagnanti che hanno assistito alla scena, rimasti col fiato sospeso fino all'arrivo del personale medico. Ma un piccolo miracolo soprattutto per la famiglia della bimba, sotto choc per l'accaduto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

Torna su
LeccePrima è in caricamento